Come scegliere le migliori scarpe da running

Quando scegliamo una nuova scarpa da running, o corsa su strada (il tipo più comune di scarpa da corsa disponibile), vogliamo tutti avere la migliore. Ma la “migliore” non è la migliore “per tutti, quindi come puoi trovare la scarpa giusta per te? In un mondo di informazioni e opinioni, è facile trovare un milione di idee e scelte diverse per trovare il giusto paio di scarpe. Per aiutarti ad affrontare il problema, abbiamo compilato un elenco di tecniche per scegliere le migliori scarpe da corsa su strada per te.

Cosa rende le migliori scarpe da corsa su strada le “migliori”?

La corsa su strada è il tipo più comune di corsa. La maggior parte dei corridori corre su asfalto, marciapiedi artificiali e percorsi in cemento. Le maratone più grandi del mondo sono eventi di corsa su strada e sport interdisciplinari come il triathlon includono anche percorsi di corsa su strada. Il rovescio della medaglia, anche se la corsa su strada è comune, è che si tratta di un’attività difficile da gestire per il corpo umano.

L’impatto della corsa su terreno duro e artificiale può portare i corridori su strada a soccombere a più infortuni rispetto a quelli che corrono su erba, sentieri, colline e persino piste di atletica. Ciò significa che le scarpe che scegli per la corsa su strada svolgono un ruolo più importante nel mantenerti libero da infortuni. Le migliori scarpe da corsa su strada sono quindi quelle che danno ai corridori su strada la protezione di cui hanno bisogno.

Naturalmente, la prevenzione degli infortuni è solo un aspetto, sebbene importante, della scelta di un paio di scarpe da running. Deve anche fornire le prestazioni per raggiungere i tuoi obiettivi. Tutto si riduce quindi a trovare la scarpa che soddisfa le tue esigenze.

Scegliere una scarpa da corsa può essere scoraggiante: innumerevoli marchi, centinaia di stili, diversi livelli di supporto, ammortizzazione e, naturalmente, tutti quei colori. Suggerimento: il colore non dovrebbe mai essere il tuo fattore decisivo. Quindi cosa è importante quando si trova la migliore scarpa da corsa? Ci sono cinque cose principali da considerare:

  • Per cosa userai la tua scarpa?
  • Su quale superficie stai correndo? Corsa su strada, Trail Running, Tapis roulant
  • Per quale tipo di corsa usi le tue scarpe? Corsa casuale, Corsa sulla lunga distanza, Corsa più veloce
  • Come dovrebbero adattarsi le tue scarpe?
  • Di che tipo di supporto hai bisogno?

Per cosa userai la tua scarpa?

Per cosa userai le tue scarpe? Correre, ovviamente! Giusto? In realtà, c’è molto di più di quanto pensi. Ti stai allenando per la tua prima gara? Cerchi una scarpa per correre più velocemente? Correrai su strada o su pista? Tutti questi fattori influiscono sul tipo di scarpa di cui avrai bisogno. La maggior parte dei corridori avrà bisogno di una scarpa da corsa standard, ma è bene iniziare domandandosi su quale superficie si corre:

Corsa su strada

Se corri prevalentemente su superfici più dure, avrai bisogno di una scarpa da corsa che offra un po’ più di ammortizzazione e che sia in grado di gestire l’usura quotidiana di una superficie dura.

Corsa su sentieri

Se preferisci i sentieri e le strade sterrate, vorrai una scarpa che abbia una grande trazione e ti protegga da rocce, radici, scivolamenti e condizioni fangose o bagnate. È anche importante pensare a quanto sono tecnici i sentieri su cui corri e quanto spesso prevedi di eseguire il trail.ì

Tapis roulant in funzione

Se corri per la maggior parte su un tapis roulant, la scelta non dovrebbe essere troppo diversa da una scarpa da strada, ma con l’ammortizzazione aggiunta del tapis roulant, potresti essere in grado di scegliere una scarpa leggermente più leggera o meno ammortizzata se è migliore vestibilità a tutto tondo.

Comprendi i tipi di arco plantare

Il tuo arco plantare influenzerà il modo in cui corri (la tua andatura) e la quantità di forze di impatto che sono poste alla base del tuo piede quando corri. Esistono tre diversi tipi di archi del piede: normale, alto e basso. Se non sei sicuro di quale sia il tuo tipo di arco del piede, il modo più semplice per controllare è guardare un’impronta del tuo piede. Puoi farlo bagnando entrambi i piedi e stando in piedi su un sacchetto di carta per circa 10 secondi. Una volta scesi, guarda l’impronta del tuo piede fatta sulla borsa.

Ecco a cosa prestare attenzione per identificare il tipo di arco plantare:

  • Arco plantare normale. Se la parte centrale della tua impronta è riempita per metà, con una curva lungo l’arco, significa che hai archi plantari normali.
  • Arco plantare alto. Se l’unica parte della tua impronta mostrata è il tallone, la pianta del piede e le dita dei piedi, significa che hai archi del piede alti.
  • Arco plantare basso. Se la tua impronta sembra un piede completo ed è completamente riempita senza gran parte di una curva verso l’interno al centro, ti piace avere archi del piede bassi (noti anche come piedi piatti.

Determina la tua andatura

Ora che conosci il tuo tipo di arco plantare, puoi utilizzare queste informazioni per determinare la tua andatura. La tua andatura è il comportamento dei tuoi piedi quando corri. L’andatura è molto importante quando si tratta di scegliere le scarpe da corsa poiché ogni scarpa da corsa è progettata per adattarsi a determinati tipi di andatura.

Ecco i quattro tipi di andatura:

  • Grave iperpronazione. Questo è quando il tuo tallone colpisce per primo il terreno e poi rotola eccessivamente verso l’interno. Questo è normalmente perché la tua caviglia non può stabilizzare correttamente il tuo corpo. Questo è tipico dei corridori con i piedi piatti (archi bassi). Il miglior tipo di scarpa per un iperpronatore è una scarpa per il controllo del movimento.
  • Lieve iperpronazione. Questo è quando l’esterno del tallone colpisce prima il suolo e poi rotola leggermente verso l’interno, assorbendo lo shock. Questo è tipicamente visto nei corridori con un arco medio-basso. Il miglior tipo di scarpa per un lieve iperpronatore è una scarpa di stabilità.
  • Neutro. Questo è quando la parte centrale del tallone colpisce prima il suolo e poi il piede rotola leggermente verso l’interno, assorbendo lo shock. Questo è tipicamente visto nei corridori con un arco medio. Il miglior tipo di scarpa per un corridore neutro è una scarpa con ammortizzazione neutra.
  • Supinazione. Questo è quando la parte esterna del tallone colpisce prima il suolo e poi rimane all’esterno del piede per l’intera corsa del piede. Ciò è tipicamente visto nei corridori con archi alti. Il miglior tipo di scarpa per underpronators è una scarpa con ammortizzazione neutra.

Comprendi i diversi tipi di scarpe da corsa

Dopo aver compreso il tipo di arco del piede e la tua andatura (come corri), sei pronto per trovare una scarpa da corsa adatta alle tue esigenze. Come accennato in precedenza, ci sono diversi tipi di scarpe da corsa che sono state progettate per sostenere i tuoi piedi in vari modi. Ecco i principali tipi di scarpe da corsa. Per identificare i diversi tipi, guarda il fondo della scarpa:

  • Scarpe per il controllo del movimento. Questi hanno una forma ampia e diritta. Sono progettati per corridori con piedi piatti che iperpronano. Questo tipo di scarpa impedirà al tuo piede di rotolare troppo lontano. Inoltre darà al tuo piede il massimo supporto e il massimo controllo.
  • Scarpe di stabilità. Questi hanno una forma semi-curva. Se hai un arco normale e una pronazione solo leggermente, questa è la scarpa che fa per te. Le scarpe di stabilità offrono un buon equilibrio tra ammortizzazione e supporto.
  • Scarpe ammortizzanti neutre. Queste scarpe avranno la forma più curva per loro. Se hai un piede arcuato alto e supinato, dovresti scegliere questo tipo di scarpa. Le scarpe imbottite assorbono l’impatto che il tuo piede non assorbe naturalmente.

Come dovrebbe adattarsi la tua scarpa

Quando si parla di calzata, ci sono diversi fattori di cui essere consapevoli. In primo luogo, la taglia di una scarpa da corsa può variare tra i marchi e, cosa più importante, sarà probabilmente un po’ più grande delle tue scarpe di tutti i giorni o da lavoro. È meglio non farsi prendere troppo da una taglia specifica e andare con ciò che si adatta effettivamente. Questa è in genere una dimensione da metà a piena più grande di quella che misura effettivamente il tuo piede. Ecco perché:

Lunghezza della scarpa

Avere abbastanza spazio per le dita dei piedi è probabilmente il punto più importante da cui partire per determinare come dovrebbe adattarsi una scarpa da corsa. Lo spazio di circa un pollice di larghezza tra l’estremità del tuo dito più lungo e l’estremità della scarpa è l’ideale. Questo viene spesso definito “spazio nella punta dei piedi”. Le scarpe troppo strette possono causare unghie nere, vesciche e alla fine portare alla punta a martello. Quanto può essere grave? Basta cercare le immagini su Google con alcuni di questi termini. Ho detto abbastanza, vero?

Larghezza della scarpa

Mentre siamo ancora sull’avampiede, la larghezza è un’altra cosa da considerare. Sia che i tuoi piedi si gonfino o che tu abbia semplicemente bisogno di più spazio, ti consigliamo di assicurarti che il tuo piede non spinga troppo sui lati o cada sull’ultimo. La vestibilità dovrebbe essere sicura ma non aderente. Non dovresti sentire come se stessi pizzicando, ma non dovresti nemmeno sentirti come se ci stessi nuotando dentro.

Il contrafforte

Il contrafforte viene spesso utilizzato per descrivere la sicurezza della calzata attorno al tallone e alla caviglia. Potresti non pensarci, ma avere troppo spazio o slittamento nel tallone durante una corsa può causare brutte vesciche. Anche un buon calzino traspirante non può proteggere dall’eccessivo sfregamento di un tallone poco aderente. Ti consigliamo di trovare una scarpa che sia sicura nel tallone e che non si muova o non sfreghi quando cammini o corri. Ci sono alcuni trucchi per l’allacciatura per aiutare a bloccare il tallone, ma, idealmente, vorrai trovare una scarpa che calzi perfettamente.

Collo del piede

Il tuo collo del piede è essenzialmente lo spazio che il tuo piede occupa dalla parte inferiore dell’arco plantare alla parte superiore del piede. In genere, le persone con archi alti potrebbero aver bisogno di più spazio per il loro passo per evitare di sfregare o avere i piedi intorpiditi durante la corsa. Presta attenzione a come si sentono i lacci quando sono legati; sono davvero stretti e premono verso il basso o si sentono a proprio agio? I tuoi piedi non dovrebbero diventare blu lì dentro. Come la calzata del tallone, ci sono alcuni trucchi per l’allacciatura per alleviare il dolore o la pressione, ma consigliamo di trovare una scarpa che calzi correttamente per cominciare.