Quali sono i migliori martelli per il fai-da-te?

C’è un oggetto di cui tutti abbiamo bisogno: un martello. Ora, potresti pensare che i martelli non siano una necessità per alcune persone, ma lo sono davvero. Non importa se hai intenzione di eseguire la manutenzione ordinaria della tua casa o di costruire una casa completamente nuova, avrai bisogno di strumenti affidabili. Quindi, che tu sia un abile falegname o un riparatore fai-da-te, hai bisogno di un martello. Come per qualsiasi altra cosa nella vita, la qualità del tuo fidato martello è importante. Alcune persone affermano che un martello è un martello, ma tu sai che ogni gadget è diverso e unico come la persona che lo utilizza. Con così tanti martelli diversi disponibili sul mercato, trovare “quello” può essere un compito difficile. Ecco quindi una utile guida alla scelta del martello migliore per te.

Perché dovrei comprare un martello?

Un martello sembra un semplice strumento e, in fondo, lo è. I martelli esistono da secoli, dopotutto. Tuttavia, non tutti i martelli sono uguali. Design diversi funzionano bene per lavori diversi. Pensala in questo modo: non useresti il pennello di un piccolo artista per dipingere il tuo soffitto, anche se potresti. Useresti uno strumento più efficiente, come un rullo per dipingere.

Allo stesso modo, anche se potresti, non useresti un martello a sfera per rimuovere un muro per un rimodellamento. Useresti un forte martello da carpentiere. È solo più efficiente. Se hai intenzione di avere un solo martello a portata di mano a casa, un martello da carpentiere curvo è la scelta più comune. Offre la massima versatilità. Man mano che le tue capacità e requisiti di riparazione a casa si espandono, avrai bisogno di alcuni altri tipi di martelli in modo da poter eseguire lavori specifici in modo più efficace.

Ci sono molte funzioni diverse per i martelli a seconda del tipo di martello con cui stai lavorando e del campo in cui ti trovi. Tuttavia, l’uso principale di un martello è di inserire elementi di fissaggio come i chiodi, in alternativa puoi guardare il martello trapano. Questo è in genere fatto con un martello da carpentiere. Sono il tipo di martello più comunemente usato per la loro versatilità. Sono in grado di infilare chiodi, nonché di estrarli dal legno e persino di sollevare vecchie assi del pavimento.

Tuttavia, sebbene i martelli da carpentiere siano il tipo più popolare di martello utilizzato, ci sono anche molti altri tipi di martello che possono essere trovati abbastanza frequentemente sul posto di lavoro. Ad esempio, molti falegnami e altri artigiani o lavoratori commerciali usano martelli di legno per il loro lavoro. Queste sono progettati per un lavoro più morbido e controllato che ti consente di guidare con attenzione i tuoi strumenti. Sono composti da blocchi di legno che vengono fissati su un manico di legno.

In genere vengono utilizzati quando è necessario martellare uno strumento invece di un dispositivo di fissaggio. L’esempio più comune di questo è uno scalpello. Quando si utilizza un martello per martellare uno scalpello, è più facile guidare la quantità di materiale che viene rimossa dal blocco su cui si sta lavorando. Un altro tipo comune di strumento è una mazza. Le mazze sono realizzate con metalli densi che sono in grado di fornire una quantità estrema di forza e potenza se usati correttamente.

Questi tipi di martelli vengono generalmente utilizzati per rompere cemento, pietra e altri tipi di materiali in muratura. Sarai in grado di sfondare quasi tutti i materiali che incontrerai con questo potente martello, specialmente se utilizzi il suo pieno potenziale. Per fare questo, fai oscillare la mazza nello stesso modo in cui faresti con un’ascia. Questo ti aiuterà a generare una quantità impressionante di potenza e ti permetterà di finire il tuo lavoro più velocemente di quanto farebbero colpi più lenti e più piccoli.

Quali sono le diverse parti di un martello?

Un martello è composto da diversi componenti che contribuiscono a renderlo uno strumento semplice ma efficace. Una delle parti più familiari dello strumento, la testa del martello, è anche una delle più facili da capire. La testa del martello è in genere composta da diverse parti diverse, tuttavia, i nomi di queste parti dipendono dal tipo di martello con cui stai lavorando. Tuttavia, poiché il martello da carpentiere è il martello più comunemente usato e il più riconoscibile, useremo la sua struttura a scopo informativo.

La testa del martello da carpentiere è composta da tre parti principali; la testa del martello, l’artiglio del martello e l’occhio di paletta. Sebbene ci siano altre caratteristiche su un martello che possono essere facilmente evidenziate, tuttavia, non svolgono tutte le funzioni – se ce ne sono – che queste caratteristiche servono. La parte più familiare del martello è la testa perché questa è la parte dello strumento che usi per piantare i chiodi.

Alcune persone che non lavorano regolarmente con i martelli potrebbero essere tentate di usare il lato di un martello per piantare i chiodi, ma questo tipo di tecnica dovrebbe sempre essere evitato. In questo modo potresti danneggiare il tuo martello e persino danneggiare il metallo che tiene in posizione la testa. Il metallo non è così indurito in quest’area e non è progettato per sopportare impatti così violenti.

L’artiglio del martello può essere meno familiare a coloro che non usano regolarmente i martelli per la loro linea di lavoro, ma si rivela particolarmente utile. L’artiglio ha uno spazio tra le sue due parti che gli consente di essere usato come una leva che può afferrare le cose mentre fa leva. Questo è più comunemente usato per estrarre vecchi chiodi dal legno o chiodi che sono stati conficcati nel legno in modo improprio. Tuttavia, questi artigli sono potenti e possono anche essere usati per sollevare le assi del pavimento.

L’occhio di palude non è riconoscibile come altre parti della testa di martello, ma ha uno scopo molto importante. L’occhiello è la parte dell’attrezzo che permette di fissare il martello al manico. È attraverso questa parte della testa che un cuneo di legno viene inserito nella fessura nella parte superiore dell’impugnatura e forza la parte superiore dell’impugnatura ad espandersi, facendo sì che la testa di martello si adatti perfettamente. Questo rende un martello durevole e in grado di sopportare una quantità impressionante di utilizzo.

Tuttavia, non dimenticare di controllare l’occhiello. È possibile che il cuneo si allenti e fissi il senza testa sull’impugnatura. Controlli frequenti dovrebbero aiutarti a determinare che il tuo martello è ancora in condizioni di lavoro ottimali. La parte successiva del martello è il manico. I manici sono in genere scolpiti nel legno e realizzati per adattarsi alle specifiche esatte dell’apertura della testa del martello.

Fattori da valutare nella scelta di un martello

Una volta scelto un design per un martello, avrai più scelte all’interno di quel design. Alcune di queste scelte renderanno il martello più comodo da usare o ti daranno più potere di guida dei chiodi:

Antivibrazioni

I produttori di martelli useranno manici ricurvi, manici di spessori variabili e un materiale con impugnatura morbida per evitare vibrazioni per la persona che aziona il martello. Una vibrazione eccessiva può causare affaticamento ai polsi e agli avambracci.

Superficie della faccia

Una faccia liscia sulla testa di martello proteggerà il legno se dovessi avere un mishit sulla testa del chiodo. Avere un po’ di attrito sulla faccia, chiamato faccia fresata, permetterà al martello di rimanere a contatto con la testa del chiodo senza scivolare.

Faccia larga

Una faccia sovradimensionata sulla testa di martello dovrebbe rendere più facile colpire l’unghia rispetto a una faccia piccola. Tuttavia, alcune grandi facce sui martelli oscurano la visuale del bersaglio, il che può causare errori.

Lunghezza del martello

Più lungo è il martello, più lungo è il potenziale swing, che accumula più slancio per un colpo più duro, quindi un professionista dell’edilizia potrebbe voler brandire un martello da 45 cm sul luogo di lavoro. La maggior parte degli amanti del fai-da-te dovrebbroe trovare un martello lungo tra 30 e 40 cm sufficiente per attività come recinzioni o riparazioni di armadietti. Ricorda: più lungo è il martello, più peserà e più difficile sarà controllarlo.

Materiale del manico

I manici in legno hanno rappresentato per secoli lo standard per i martelli. Il legno può rompersi o scheggiarsi. I manici in fibra di vetro avranno meno peso dei manici in acciaio, ma non sono durevoli come l’acciaio. Inoltre, molti manici hanno un materiale in gomma che fornisce una presa robusta. Alcuni usano la pelle nell’area dell’impugnatura. Sebbene sia i manici in acciaio che quelli in fibra di vetro siano abbastanza robusti da assorbire la forza del martellamento, i materiali hanno le loro differenze.

La fibra di vetro è più leggera dell’acciaio e inoltre può meglio assorbire le vibrazioni e gli urti che altrimenti colpirebbero le mani. I manici in acciaio tendono ad essere più resistenti e in grado di sferrare un colpo più potente. Se stai affrontando incorniciatura e altri importanti progetti di costruzione, prendi in considerazione la scelta di un martello in acciaio solido dalla testa ai piedi. I martelli realizzati in un unico pezzo di acciaio forgiato sono piuttosto pesanti e super resistenti.

I manici in legno sono comuni su martelli economici, ma sebbene assorbano vibrazioni e urti alle mani, sono anche molto più propensi a rompersi o rompersi rispetto all’acciaio o alla fibra di vetro. Stando così le cose, i martelli con manico in legno sono più adatti per compiti più leggeri, come battere chiodi nel muro a secco per appendere quadri.

Forma del manico

I manici in stile ascia sono una tendenza attuale. Invece del tradizionale manico dritto con un leggero svasamento nella parte inferiore, i manici in stile ascia sono leggermente curvi per una presa più naturale e hanno un po’ di punta alla base.

Materiale della testa del martello

Le teste di martello in acciaio sono chiaramente le più comuni sul mercato e si comportano molto bene. Tuttavia, se desideri un materiale più leggero che offra più potenza dell’acciaio, cerca una testa di martello in titanio.

Peso

La maggior parte dei martelli pesa tra 450 e 600 grammi. Sono disponibili martelli più leggeri che sono più facili da controllare ma che richiedono più colpi per piantare un chiodo. Un martello più pesante guiderà il chiodo più velocemente ma potrebbe causare affaticamento del braccio se usato per lunghi periodi di tempo.