Quali sono le migliori canne da pesca?

Quando usciamo e compriamo la nostra prima canna da pesca, il tipo di pesce che inseguiremo e il numero di bei euro che spenderemo sono spesso i due fattori più limitanti. E, sebbene ora abbiamo accumulato una discreta collezione, questi fattori sono ancora considerazioni chiave quando cerchiamo una nuova canna da pesca da aggiungere all’arsenale. Se stai appena iniziando e stai pensando di acquistare la tua prima canna da pesca, il numero di opzioni disponibili può creare confusione. Fortunatamente, un po’ di ricerca è tutto ciò che serve per aiutarti a scegliere la canna da pesca giusta per il lavoro – e questo è un ottimo punto di partenza. Nella nostra guida , spieghiamo come scegliere una canna da pesca migliore per te in base alle tue esigenze specifiche.

I principali tipi di canne da pesca

Le canne da pesca sono tipicamente progettate per adattarsi a un metodo particolare e sono definite dal tipo di mulinello o attrezzatura che funziona più efficacemente con quella configurazione.

Canne da spinning

Le canne da spinning sono il tipo più comune di canna che si trova nelle mani dei pescatori di tutti i livelli. Un mulinello da spinning è montato sotto la canna rendendola una combo canna e mulinello molto versatile adatta per il lancio con esche artificiali e la pesca con esche. A seconda della classe di peso della tua configurazione, una canna da spinning può essere utilizzata per mirare a una vasta gamma di specie di pesci di piccole e medie dimensioni dalla riva e sono adatte alla pesca in barca e in kayak.

Canne da baitcasting

Le canne da baitcasting sono un’ottima alternativa alle canne da spinning, in quanto sono abbastanza versatili, ma consigliate per i pescatori più esperti. I dilettanti possono essere disillusi ​​molto rapidamente da una combo di canna e mulinello da baitcasting, perché senza la corretta manipolazione, sono inclini ad aggrovigliarsi sulla bobina. Ma per un pescatore esperto, offrono una precisione ancora maggiore durante il lancio e un maggiore controllo quando si maneggia un pesce.

Canne da surf

Le canne da surf, come suggerisce il nome, sono progettate specificamente per adattarsi alla pesca oltre l’onda (ma sono ideali anche per la pesca fuori dalle rocce). Le più lunghe della famiglia di canne, le canne da surf possono essere lunghe fino a 4-5 metri e vengono utilizzate dalla riva per lanciare distanze estremamente lunghe oltre le onde che si infrangono fino a dove i pesci amano nutrirsi. Le canne da surf vengono solitamente utilizzate con mulinelli frullino per le uova o mulinelli stile “Alvey” per affrontare grossi pesci e far fronte al peso aggiunto quando si tira la preda tra le onde. Per trasportarle facilmente, le canne da surf possono essere suddivise in più pezzi.

Aste telescopiche

Le canne telescopiche sono progettate per adattarsi allo stile di vita di qualsiasi pescatore. Sono molto utili in viaggio e una canna telescopica si adatta perfettamente al bagagliaio dell’auto. Sono ottime per chi non può viaggiare o avventurarsi senza portare una canna da pesca, o per chi non ha abbastanza spazio a casa per una canna a grandezza naturale. La tecnologia dietro le canne telescopiche ha fatto molta strada. Sono finiti i tempi delle fragili canne dalla sensazione di plastica: ora ci sono alcune fantastiche canne telescopiche e da viaggio sul mercato adatte a pesci di piccola e media taglia, tipicamente progettate per l’uso con mulinelli da spinning.

Canne aeree

Le canne aeree sono le classiche canne da pesca dalla barca. Sono progettate per funzionare in perfetto unisono con un mulinello sopraelevato e di solito sono leggermente più corte e più potenti delle canne da casting. Sono fatte per combattere grandi specie di pesci di acque profonde e pesci sportivi. Non farai molto casting con una combinazione di canna e mulinello aereo: lascia cadere la lenza e aspetta che arrivino i morsi.

Canne da mosca

Le canne da mosca sono progettate specificamente per l’uso con un mulinello da mosca durante la pesca a mosca. La pesca a mosca è molto diversa dalle altre forme tradizionali di pesca. Viene spesso paragonata alla caccia, dove occorrono furtività, pazienza e un sacco di abilità per lanciare una mosca per imitare ciò di cui si nutre la specie. Le canne da mosca non sono adatte solo per la pesca alla trota nei torrenti di montagna e nei laghi d’acqua dolce: c’è un’abbondanza di canne, mulinelli, lenze e mosche per adattarsi alla pesca di tutto, dalla spigola all’orata, alla barra e oltre.

Canne per bambini

La prima cosa da considerare quando si sceglie una canna da pesca per un bambino è la taglia. Se la canna è troppo grande per essere maneggiata dai tuoi figli, si sentiranno frustrati e potrebbero perdere interesse. Anche se le specie bersaglio e l’ambiente di pesca dovrebbero ancora prendere in considerazione la tua decisione, una canna tuttofare, o una combinazione di canna e mulinello (come una combinazione di canna leggera, spinning e mulinello) è di solito una buona scelta quando acquisti per i bambini – dopo tutto, probabilmente dovrà essere sostituita con un modello più grande man mano che il bambino cresce.

Quale materiale della canna devo scegliere?

Le canne da pesca sono realizzate in fibra di vetro, grafite o composito (una miscela dei due). I materiali delle canne hanno un enorme impatto sulle prestazioni, quindi sapere quale scegliere avrà un enorme effetto sul tuo successo di pesca. Diamo un’occhiata ai pro e ai contro di ogni tipo.

Canne in fibra di vetro

Le vecchie affidabili del mondo della pesca, le canne da pesca in fibra di vetro esistono da secoli. Forti e resistenti, queste canne possono davvero sopportare una botta. Sono anche facili da realizzare, il che li rende anche relativamente convenienti. La durata e il prezzo relativamente basso delle canne in fibra di vetro le rende una buona scelta per i pescatori principianti.

Ma usarle non è senza prezzo. A causa della loro natura flessibile, le canne in fibra di vetro forniscono un feedback limitato e questo rende i morsi più leggeri molto più difficili da rilevare. Sono anche relativamente pesanti, il che le rende tutt’altro che ideali se stai combattendo con i pesci per molto tempo.

Canne di grafite

In uso dagli anni ’70, le canne in grafite offrono un’alternativa più leggera alle loro controparti in fibra di vetro. Queste sono canne da pesca meritatamente popolari, ma sembrano attirare molte idee sbagliate. Se hai mai guardato una canna in grafite, probabilmente hai notato quei marker IM6, IM7 e IM8. Questi sono identificatori per diversi gradi di rigidità, ovvero modulo. Più alto è il modulo, più rigido è il materiale.

In altre parole, con una grafite più rigida, un produttore può utilizzare meno materiale per ottenere la stessa rigidità. Quello significa per te che è una canna più leggera. L’idea sbagliata qui è che una canna IM8 sarà più rigida di una canna IM6. In realtà, entrambe le canne mostreranno la stessa rigidità, ma l’IM8 sarà la più leggera delle due.

Il bello delle canne in grafite è che sono molto sensibili ai morsi. Questo, insieme al peso più leggero, può rendere il lancio e la gestione generale una vera gioia. Ma non è tutto oro quel che luce con queste canne. Poiché sono più rigide, le canne in grafite possono essere anche molto più fragili. Altro svantaggio è il prezzo, spesso più ripido rispetto ad una canna in fibra di vetro della stessa classe.

Canne in composito

Se sei il tipo di pescatore che cerca soprattutto le prestazioni, è probabile che le canne in fibra di vetro e grafite non andranno bene per te. È qui che entrano in gioco i materiali compositi. Una miscela di grafite e fibra di vetro, le canne da pesca in composito ti danno tutta la flessibilità di cui hai bisogno senza aggiungere molto peso o sacrificare la sensibilità

Poiché sono così versatili, le canne composite sono un’ottima scelta se sei abituato a pescare in una varietà di acque diverse. Come ci si aspetterebbe, le canne composite sono la varietà più costosa in circolazione. Non si può negare che portano il pesce a bordo, è solo questione di sapere se per te vale il costo aggiuntivo.

Azione lenta, media o veloce?

L’azione è una delle componenti chiave delle prestazioni di una canna da pesca. Definita dalla forma della canna e dal suo materiale, l’azione determina quanto e dove piegherà la tua canna. L’azione controlla anche la velocità alla quale la canna torna da “caricata” alla sua posizione originale. Ecco da dove provengono le attribuzioni veloce, media e lenta.

Ovviamente, l’azione ha una grande influenza sul modo in cui maneggi la tua canna e sul tipo di pesce che sarai in grado di gestire. Le tre azioni principali della canna che vuoi conoscere sono:

Azione veloce (pesante)

Le canne ad azione rapida si piegano nella parte più alta, proprio sotto la punta. Sono sensibili al più leggero dei bocconcini, inviando vibrazioni direttamente alla tua mano. Le canne veloci possono scattare indietro molto rapidamente, il che è l’ideale per una potente regolazione dell’amo.

Parlando di ami, le canne ad azione rapida funzionano bene con ami singoli, vermi e jig di grandi dimensioni. Grazie alle loro punte in rapido movimento e alle forti spine dorsali, le canne ad azione rapida sono ottime per tirare fuori i pesci da coperture pesanti. La forte spina dorsale ti consente anche di inseguire pesci molto grandi. In acqua dolce, una canna ad azione rapida può farti gestire qualsiasi cosa. In acqua salata, puoi puntare a grandi tonni e pesci di tutti i tipi.

Azione media

Le canne ad azione media si piegano nella metà superiore del palo. Forniscono buone capacità di impostazione degli hook e feedback e ti consentono di lanciare decentemente lontano. Poiché si muovono un po’ più lentamente delle canne ad azione rapida, le canne ad azione media funzionano bene con configurazioni a più ami. Danno anche al pesce più tempo per mordere. Ciò non significa che non puoi usare ganci singoli, intendiamoci. È solo che le canne ad azione media ti danno una maggiore versatilità. Versatilità significa anche che puoi catturare pesci grandi e piccoli, oltre a provare una serie di acque diverse.

Azione lenta (leggera)

All’altra estremità dello spettro ci sono le canne ad azione lenta. Pieghevoli fino al calcio della canna, le canne ad azione lenta rendono molto divertente combattere anche con il più piccolo animale.  Le canne ad azione lenta consentono lanci davvero impressionanti. Detto questo, devi davvero abbinare la dimensione dell’esca alla canna quando lanci. Una buona regola pratica da seguire è usare l’esca più piccola che ti permetta un buon lancio.

Perché piccole esche? Perché a differenza delle canne ad azione pesante a presa rapida, le canne ad azione lenta richiedono tempo per alloggiare l’amo nella bocca di un pesce. Gli ami alti funzionano particolarmente bene in queste situazioni, perché le loro punte piccole richiedono meno pressione per penetrare nel pesce. Anche altre esche veloci come spinner e sonagli sono una buona scelta.

Lo svantaggio delle canne ad azione lenta è che non sono così facili da impostare con l’amo. A differenza delle canne ad azione rapida, la curvatura della canna richiede di tirare indietro ulteriormente quando il pesce abbocca. Ma una volta che l’amo è inserito, mantenere la giusta tensione sul pesce è molto più facile.